Modernism

Modernism

Rivista annuale di storia del riformismo religioso in età contemporanea

Sono trascorsi dieci anni dall’uscita dell’ultimo fascicolo di Fonti e documenti, la pubblicazione annuale del Centro studi per la storia del Modernismo, poi anche della Fondazione Romolo Murri, entrambe con sede nell’Università degli Studi di Urbino. A quella iniziativa, avviata nel 1972 da Lorenzo Bedeschi, che ne fu anche l’effervescente animatore, si collega Modernism, che vede ora la luce. Con questa nuova pubblicazione intendiamo anzitutto riproporre la centralità per gli studi storici della  crisi modernista europea tra Otto e Novecento quale momento paradigmatico del nodo costituito dai rapporti tra cristianesimo e modernità.

copert modernism web

Intendiamo poi consolidare, rinnovandola,  una tradizione di studi sul riformismo religioso in età contemporanea, come recita il sottotitolo che abbiamo scelto, grazie anche all’apporto di una nuova generazione di storici che si aggiunge alle tre precedenti, in vari modi e momenti coinvolte dagli anni novanta del Novecento nelle attività di ricerca (seminari, convegni e pubblicazioni) promosse dalla Fondazione Romolo Murri. Intendiamo, infine, rendere un omaggio, che ci auguriamo durevole, alla memoria di Lorenzo Bedeschi, che a Romolo Murri, Paul Sabatier e, più in generale, ai novatori sul piano religioso e a chi li contrastò dal campo curiale, tradizionalista e intransigente, ebbe a dedicare la sua vita di studioso, scovando una miriade di figure dimenticate e un’impressionante mole di documenti, poi finemente interpretati. La rivista, che è anche una manifestazione della vitalità di questo ambito di  studi nella odierna comunità scientifica, vuole costituire un incoraggiamento perché l’Università di Urbino prenda gli opportuni provvedimenti per la salvaguardia e la valorizzazione di questo trascurato patrimonio culturale.

Conservando l’attenzione per le fonti, Modernism avrà una prospettiva internazionale, come evidenzia il suo Comitato scientifico; conterà sull’apporto di giovani ricercatori delle varie università europee e americane; pubblicherà nelle diverse lingue utilizzate dalla comunità scientifica. La rivista si concentrerà sulla crisi modernista e sul riformismo ecclesiale maturati in ambito cattolico-romano, senza tuttavia escludere, nella misura in cui saprà raccogliere contributi scientificamente ineccepibili, di indirizzare la sua attenzione anche a modernismi e riformismi delle altre confessioni cristiane, come delle altre religioni monoteiste. Allo stesso tempo essa darà spazio anche alle reazioni che tali fermenti suscitarono nel mondo conservatore, nella convinzione che modernismo e antimodernismo siano entrambe espressioni di una profonda crisi vissuta dal mondo religioso.

Dal punto di vista cronologico il campo d’indagine della rivista andrà dalla seconda metà dell’Ottocento  ai giorni nostri. Il suo orizzonte geografico avrà come cuore l’Europa, ma spazierà anche al continente americano e ad altre esperienze del cattolicesimo mondiale. In armonia con una tendenza sempre più diffusa in ambito internazionale, la rivista si articolerà in una sezione monografica, dedicata ad approfondire uno specifico argomento, in una sezione miscellanea, attenta a recepire nuove ricerche originali, e in una sezione volta ad ospitare rassegne bibliografiche e recensioni.

direzione

Luigi Alfieri, Ilaria Biagioli, Alfonso Botti, Rocco Cerrato, Daniele Menozzi, Daniela Saresella

redazione

Matteo Al Kalak, Mireno Berrettini, Matteo Caponi, Francesco Cerrato, Fabrizio Chiappetti, Massimo De Giuseppe, Alejandro M. Dieguez, Paolo Giovannini, Giacomo Losito, Raffaella Perin, Judith Schepers, Giovanni Turbanti, Gian Maria Zamagni, Paolo Zanini

comitato scientifico

Claus Arnold (Universität Mainz), Roberto Di Stefano (Universidad de Buenos Aires), Maurilio Guasco (Università Piemonte Orientale), Gerd-Rainer Horn (Sciences Po Paris), Hugh Mc Leod (University of Birmingham), Giovanni Miccoli (Università di Trieste), Feliciano Montero García (Universidad de Alcalá de Hres), Renato Moro (Università Roma Tre), Denis Pelletier (EPHE Paris), Roberto Perin (York University Toronto), Cristóbal Robles Muñoz (CSIC Madrid), Louis-Pierre Sardella (Université Lumière Lyon 2), Rafael Serrano García (Universidad de Valladolid), Maurizio Tagliaferri (Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna), Michail Talalay (Accademia delle Scienze di Mosca), Charles J.T. Talar (University of St. Thomas Houston), Todd Weir (University  of Groningen), Annibale Zambarbieri (Università di Pavia)

La rivista si avvale di una procedura anonima di peer review / This is a peer- reviewed journal

Gli articoli proposti per la pubblicazione, insieme a un breve abstract (cir- ca 600 caratteri) in inglese, dovranno essere inviati all’indirizzo / Papers submitted for publication should be sent with an abstract in English of about 600 letters to the following address: direzionemodernism@gmail.com

Per l’invio di libri da recensire contattare: redazionemodernism@gmail.com

Condizioni di abbonamento/journal subscription

Anno / Year 2015

Italia: versione cartacea € 30,00; versione online € 25,00; versione cartacea + online € 50,00

International print 40,00
online 25,00
print + online 60,00

 

modalità di pagamento / how to subscribe

abbonamento Italia:

Versamento su ccp 385252 intestato a: Editrice Morcelliana srl Brescia

Causale: Abbonamento Modernism anno ….

Ordine tramite sito web: morcelliana.it

international subscription

Sales Office: tel. +39 030 46451 – Fax +39 030 2400605

e-mail:   abbonamenti@morcelliana.it

Online catalogue: morcelliana.it

per informazioni / for information

Editrice Morcelliana srl

Via G. Rosa, 71 – 25121 Brescia, Italia   Tel. +39 030 46451 – Fax +39 030 2400605

e-mail:   abbonamenti@morcelliana.it

 

In  preparazione / next  issue: Ernesto Buonaiuti nella cultura europea del Novecento

Modernism ha adottato il sistema di valutazione scientifica degli articoli sottoposti, conosciuto internazionalmente come peer-reviewing.
Tutti i saggi proposti per la pubblicazione sono inviati in lettura “cieca” — ossia senza indicarne l’autrice/autore — a due specialisti della materia (referees).
Entro sessanta giorni, l’autrice/autore verrà informato sul parere emesso dagli esperti, e sulle eventuali modifiche al testo da questi richieste.
In caso di parere negativo, l’Autrice/Autore sarà informato della motivazione che ha portato al rifiuto, senza venire a conoscenza dei nomi dei referees. Ogni tre anni comparirà l’elenco dei referees.

 

Annunci